Cacio e pepe

Ristorante da Robertino. Ricetta “Cacio e Pepe” 

Questo piatto nasce come piatto povero dei pastori, che si spostavano da una zona all’altra e si portavano dietro ingredienti che si mantenevano a lungo e pratici da cucinare: come la pasta, il pecorino e il pepe nero. A volte poi aggiungevano il guanciale, e a loro insaputa davano vita alla pasta alla gricia, anche se quest’ultima si pensa fosse merito dei fornai abruzzesi che erano chiamati “i grici” per via del loro mantello grigio.

Le dosi per 4 persone

400 gr di spaghetti
200 gr di pecorino romano gratuggiato
Pepe nero
Sale

  1. Cuocere gli spaghetti in acqua salata e nel frattempo versare in una ciotola di vetro il pecorino romano e il pepe nero.
  2. Alzare la pasta al dente (non scottatela tutta altrimenti perde tutta l’acqua di cottura e non vi salverà nessuno dal flop), versarla nella ciotola con pepe e pecorino e condirla per bene aggiungendo quanta ne basta acqua di cottura, per dare vita alla famosa cremina.
  3. Mescolare e servire subito, altrimenti il formaggio si rapprende.
    Segreto: per non fare incollare la pasta io verso un cucchiaio di olio di oliva nell’acqua di cottura, questo segreto rende la pasta perfetta per essere lavorata con il pecorino.
    Curiosità: vanno di moda i tonnarelli cacio e pepe, ma il connubio perfetto sono gli spaghetti alla chitarra.

Visita il sito Ristorante da Robertino

Via Panisperna 231, 00184 Roma
Phone: (+39) 06.4740.620
Fax: (+39) 06.4788.1988

Annunci